Guida alle inserzioni pubblicitarie

Guida alle inserzioni pubblicitarie: le diciture secondo le normative

La classe energetica è ormai uno dei maggiori requisiti richiesti dai potenziali clienti alla ricerca di un immobile. Negli ultimi dieci anni l’avvento delle classificazioni ha comportato diversi cambiamenti anche per gli operatori del settore. 

A tal proposito alle persone interessate ad acquistare o affittare un immobile è obbligatorio fornire un quadro completo dell’immobile dal punto di vista energetico riportandolo su tutti gli annunci commerciali, riguardanti appunto la vendita o la locazione. Questo obbligo si applica a tutti gli annunci pubblicati su giornali, stampa, manifesti, volantini e siti web e a quelli trasmessi per radio o televisione per conto di qualsiasi soggetto (persona fisica, società, cooperativa, associazione, fondazione, ente pubblico o privato, ecc.).

Gli annunci riguardanti, invece, edifici certificati seguendo la procedura approvata con DGR n. VIII/8745 del 22 dicembre 2008 (“vecchia normativa”) devono riportare la classe energetica (dalla A+ alla G), il fabbisogno di energia primaria per il riscaldamento o la climatizzazione invernale (EPH) e devono citare espressamente la DGR VIII/8745 come normativa utilizzata per la redazione dell’APE dell’unità immobiliare in oggetto.

Gli annunci riferiti a unità immobiliari dotate di APE, redatto secondo la nuova procedura di calcolo (“nuova normativa”), devono riportare solamente l’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile, l’indice di prestazione energetica rinnovabile, la classe energetica (dalla A4 alla G) e la prestazione energetica del fabbricato (emoticon inverno ed estate).

 

 

Commissione Borsino
F.I.M.A.A. Como